Home Page   |  Chi siamo  |  Servizi  |  Tirocinio  |  Dove siamo  |  Contatti
 
Moduli per esame T.A.C.
(del 29/12/2015 @ 18:37:50, in MODULISTICA, linkato 298 volte)
Di seguito è possibile scaricare il modulo di Consenso Informato all'esecuzione dell'esame T.A.C. ed alla somministrazione del mezzo di contrasto ed il modulo di Richiesta tramite cui il Medico Veterinario Referente potrà specificare il settore anatomico da esaminare o richiedere, eventualmente, una visita specialistica prima di effettuare l'esame. I seguenti moduli, una volta compilati, possono essere presentati presso l'ambulatorio o inviati via email all'indirizzo info@vetmiele.it


Modulo di RICHIESTA esame T.A.C.


Modulo di CONSENSO esame T.A.C.
 
 
Servizi
(del 26/12/2015 @ 23:37:04, in SERVIZI dell'AMBULATORIO, linkato 190 volte)
Di seguito i servizi offerti dal nostro ambulatorio:
  • Archiviazione digitale della storia clinica, anamestica e vaccinale dei pazienti
  • Medicina interna ed esame del sangue urina e feci
  • Chirurgia Oftalmica (segmento anteriore globo oculare e palpebre)
  • Ricovero in day hospital: per meglio monitorare le condizioni del paziente ed eseguire terapie più appropriate che altrimenti a casa non si potrebbero realizzare.
  • Visite programmabili su appuntamento durante l'arco della giornata per ridurre o abolire tempi di attesa che creano soprattutto stress ai pazienti
  • Radiologia Digitale - Elettrocardiogramma - Ecografie: addominale e cardiaca
  • Esame per la ricerca del DNA: è l'unico metodo che identifica in modo univoco e permette di individuare errori nell'attribuzione dei suoi genitori
  • Applicazione microchip e iscrizione all'anagrafe canina

 
 
Tomografia Assiale Computerizzata
(del 26/12/2015 @ 17:51:11, in Tomografia Assiale Computerizzata (T.A.C.), linkato 397 volte)
La Tomografia Assiale Computerizzata (T.A.C.) è una metodica diagnostica non invasiva che sfrutta, al pari delle tradizionali metodiche radiologiche, i Raggi X. Tale tecnica studia il corpo per strati di spessore variabile da 1 a 10 mm (slice) a seconda delle esigenze cliniche ed esclusivamente secondo un piano trasverso e assiale. Le informazioni provenienti da un sistema di rilevamento dei raggi X, proiettati attraverso il soggetto da esaminare, vengono elaborati da un computer e trasformate in immagini. In pratica consente di tagliare a fette il paziente permettendo di riconoscere lesioni altrimenti difficilmente riconoscibili attraverso l'uso di altre metodiche diagnostiche.

Negli animali da compagnia l'utilizzo di tale tecnica è notevolmente aumentata grazie al maggior apporto diagnostico offerto rispetto alla tradizionale radiologia.

La precocità della diagnosi è un elemento fondamentale per trattare molte patologie di origine neoplastica e non; difatti la tempestività e precisione diagnostica permettono spesso di ottenere una guarigione completa rispetto ad una patologia diagnosticata tardivamente e tali fattori sono ottenibili anche grazie alle ricostruzioni coronali, sagittali ed in 3D attraverso le quali la lesione viene studiata sotto diversi punti di vista.

La sensibilità della T.A.C. può essere ulteriormente aumentata ripetendo l'acquisizione delle immagini dopo la somministrazione di un mezzo di contrasto, che migliora la visualizzazione dei processi infiammatori, dei tessuti molto vascolarizzati (come ad esempio nei tumori) e delle anomalie vascolari (negli shunt vascolari).

E' quindi giusto che la T.A.C. diventi una modalità diagnostica di comune impiego all'interno della medicina veterinaria, cosi comeá lo è già per la medicina umana, sottolineando che tale procedura diagnostica non sostituisce uno studio radiografico ma bensì ne aumenta le capacità diagnostiche.


IMPORTANTE: Di seguito, cliccando sulla scritta in blu, è possibile scaricare il Modulo di CONSENSO esame T.A.C. all'esecuzione dell'esame T.A.C. ed alla somministrazione del mezzo di contrasto ed il Modulo di RICHIESTA esame T.A.C. tramite cui il Medico Veterinario Referente potrà specificare il settore anatomico da esaminare o richiedere, eventualmente, una visita specialistica prima di effettuare l'esame.

(Tali moduli sono scaricabili anche nella sezione "MODULISTICA" presente nella lista degli articoli nel lato della homepage)

á

I CAMPI DI APPLICAZIONE DI UN ESAME T.A.C.

Comunemente l'esame T.A.C. è considerato un esame di 2░ livello al quale ricorrere quando permangono dubbi diagnostici a cui esami radiologici ed ecografici, più semplici e meno costosi, non abbiano saputo dare risposta. La T.A.C. è in grado di fornire immagini assiali di ogni distretto corporeo; dai quali è possibile ottenere, attraverso l'uso di appositi software dedicati, un'elaborazione multiplanare e tridimensionale delle immagini acquisite. Per questo motivo i campi di applicazione di tale metodica sono tra i più vari, dall'ambito oncologico fino al campo ortopedico o neurologico.


ONCOLOGIA

1.Stadiazione delle lesioni neoplastiche (TMN) sia superficiali (es. Fibrosarcoma felino) che endocavitarie (es.neoplasie toraciche, addominali o del cavo pelvico). In particolare per il sarcoma iniettivo del gatto, oltre la valutazione dei margini, è importante valutare le skip metastasis (piccole metastasi a distanza non identificabili alla palpazione e visibili solo all'esame T.A.C.)

2.Valutazione delle dimensioni della lesione, dell'origine, dei rapporti con le strutture contigue, delle caratteristiche tomodensitometriche e contrastografiche

3.Valutazione dei linfonodi loco-regionali a distanza

4.Esecuzione di biopsie con millimetrica precisione


NEUROLOGIA E PATOLOGIE DEL CRANIO

1.Paratopie discali (MieloTC)

2.Traumi spinali, fratture del rachide/lussazioni/sublussazioni

3.Instabilità vertebrali: studi dinamici (es.instabilità atlanto-assiale o lombo-sacrale)

4.Patologie malformative congenite del rachide o del cranio

5.Discospondiliti o spondiliti

6.Lesioni neoplastiche intracraniche

7.Patologie traumatiche del cranio o dell'encefalo (lesioni ossee ed emorragie subdurali ed intraparenchimali)

8.Patologie delle cavità nasali e dei seni frontali, del faringe e rinofaringe

9.Patologie dell'orecchio (medio ed interno) e dello spazio retrobulbare

10.Patologie dentarie o patologie odontopatiche secondarie

11.Patologie delle ghiandole salivari (sialocele, rotture, neoplasie)

PATOLOGIE DEL TORACE

1.Lesioni neoplastiche primarie e metastatiche. Ago aspirato Tac guidato

2.Patologie vascolari (es.PDA, malformazioni grossi vasi toracici o cardiache)

3.Valutazioni di bolle polmonari e lesioni enfisematose

4.Corpi estranei

5.Pneumotorace non traumatico

6.Masse pleuriche e della parete toracica

7.Valutazioni di masse mediastiniche

8.LinfoTac in corso di chilotorace




ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA

1.Displasia del gomito (valutazione di FCP, OCD e del grado di incogruenza articolare)

2.Displasia di spalla/instabilità di spalla

3.Deviazioni assiali degli arti (es.nella lussazione rotulea)

4.Valutazioni delle fratture complesse (es.fratture o lussazioni di carpo o tarso, fratture maxillo-facciali, fratture o lussazioni temporomandibolari)


PATOLOGIE ADDOMINALI

1.Lesioni neoplastiche primarie e metastatiche

2.Shunt porto sistemici (diagnosi e planning chirurgico)

3.Uretere ectopico (maggiore sensibilità rispetto all'urografia discedente)

4.Patologie malformative a carico degli organiá o vasi addominali

5.Valutazione di corpi estranei o loro tragitti fistolosi superficiali



Il Mezzo di Contrasto

Nella maggior parte degli esami T.A.C. da eseguire è richiesto l'impiego del mezzo di contrasto (m.d.c), ovverosia un liquido radio-opaco che, inoculato per via endovenosa, permette di evidenziare al meglio gli organi, le strutture vascolari ed i processi patologici, ottenendo in questo modo immagini più nitide.

L'uso del mezzo di contrasto per via endovenosa è di routine nella maggior parte dei protocolli di studio dell'encefalo, dell'addome o del torace, mentre non è strettamente necessario nell'indagine dei distretti scheletrici ed articolari.



Esecuzione di un esame T.A.C.

L'esame deve essere necessariamente eseguito in anestesia generale poichè è necessario che il paziente resti costantemente nella stessa posizione, anche per ottenere immagini di qualità diagnostica ottimale.

Per minimizzare i rischi anestesiologici, il paziente deve essere sottoposto a visita pre-anestestica e screening biochimico ed ematologico (da eseguire presso il medico referente o presso la nostra struttura previo appuntamento). Inoltre per l'esecuzione dell'anestesia è importante che il paziente sia a digiuno da almeno 8 ore; è necessario altresì portare con sè tutta la documentazione clinico-diagnostica in possesso riferita al paziente (per esempio precedenti esami radiografici, ecografici), in modo da mostrarla al veterinario radiologo prima dell'esame. Infine è preferibile possedere la prescrizione dell'esame richiesto da parte del vostro veterinario curante.


 
 
Cerca per parola chiave
 

< novembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
 
             

Titolo
Anestesia e chirurgia generale (1)
Chirurgia ortopedica (1)
Displasia dell'anca (1)
Epilessia (1)
Igiene del condotto auricolare (1)
Igiene orale (1)
Microchip (1)
MODULISTICA (1)
Protrusione-estrusione del disco intervertebrale (1)
Risonanza Magnetica Nucleare (R.M.N.) (1)
SERVIZI dell'AMBULATORIO (1)
Sterilizzazione (1)
Tomografia Assiale Computerizzata (T.A.C.) (1)

Catalogati per mese
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019

Titolo
T.A.C. (5)


Titolo
Dott. Miele Roberto
Direttore Sanitario

Titolo
Orario visite
dal Lunedi a Venerdi
Mattina
dalle ore 9.30 alle 12.30
Pomeriggio
dalle 16.30 alle 19.30

Sabato
Mattina
dalle ore 9.30 alle 12.30
Pomeriggio
previo appuntamento telefonico